mercoledì 23 giugno 2010

La guerra dei browser: il ritorno!


La guerra dei browser: il ritorno!

Un pò di tempo fà avevo trattato questo argomento, la nuova guerra dei browser è in atto, quale usiamo per navigare tra i tanti che ci propongono?

Mi è sembrato il caso quindi di fare il punto della situazione, questa volta proponendo dei test che ho fatto personalmente, i quali inequivocabilmente segnano i pregi e i difetti tecnici di ogni browser.

I test coinvolgono i browser più conosciuti e usati, sono stati eseguiti tutti su un computer DELL Vostro 1710 con processore Intel Core2 Duo da 2.40 Ghz e con 3 Gb di RAM. Il sistema operativo usato è Windows Seven Professional a 64 bit (ufficiale, tranquilli) anche se tutti i browser girano in compatibilità 32 bit.

Ho scelto (con dispiacere) questo sistema operativo per il test perchè è quello che interessa a più persone, il test vuole guidare una scelta, e nella maggior parte dei casi la farete per questo sistema operativo (grazie al ballot screen voluto dall'Unione Europea). Se devo fare un appunto, le prestazioni su sistemi GNU/Linux di alcuni browser (come quelli che usano WebKit) sono molto migliori rispetto a quelle segnate su Windows.

Per la precisione Chromium riesce a completare il test SunSpider in soli 497.0ms contro il corrispettivo Chrome per Windows che lo finisce in 683.6ms, in seguito i risultati dei miei test eseguiti su piattaforma M$.

Internet Explorer 8

Proprio lui, il più usato ma anche il più criticato (e a buon dire), risulta il browser con il peggiore supporto agli standard, prendendo un misero 20% nel test Acid3 e fallendo tutti gli altri 80 test.

Se la cava male anche nella velocità di esecuzione JavaScript, eseguendo il benchmark SunSpider con un risultato di 4968.0ms +/- 1.1% (ricordo che più è basso meglio è) prendendo anche il triste primato di "browser più lento sul mercato". (n.d.r. Ho avuto anche problemi a fare copia-incolla del risultato del test sul blocco note, giusto per avvisare, non mi copiava gli "a-capo")

Firefox 3.6.4

Rimane ancora il più accanito rivale di Internet Explorer, ed è il secondo browser più usato al mondo. Come rispetto degli standard siamo a buon punto, ma non eccelliamo, con un 94% in Acid3 (fallisce 6 test) completato in 2.09s.

Nel test SunSpider non se la cava molto bene (probabilmente per la sua struttura) ma batte comunque spudoratamente Internet Explorer finendo il test in 1298.2ms +/- 4.8%. E' un risultato che per gli standard odierni non gli fa certo pubblicità.

Chrome 5.0.375.70

E veniamo ora alla nuova promessa di Google, con Acid3 non ha problemi, lo passa con un punteggio di 100% (WebKit) con soli 2 test con valutazione "less than perfect", riesce a completare il test in 2.23s.

Ottimo risultato anche in SunSpider, completa il test in soli 683.6ms +/- 19.6% e con questo risultato è il secondo browser più veloce sul mercato.

Safari 5.0

Il browser della Apple non se la cava male, in Acid3 ottiene anche lui un punteggio del 100% (WebKit) con 3 test valutati come "less than perfect", finisce il test in 2.34s risultando più lento di Chrome.

E la minor velocità rispetto a Chrome si vede anche nel test SunSpider, finito in 722.0ms +/- 2.2%, buon risultato, ma è terzo nella classifica della velocità.

Opera 10.54


Ultimo, ma non nelle prestazioni, risulta essere il browser più veloce in circolazione, completa il test Acid3 in soli 1.69s con un punteggio del 100% ma con 3 test valutati "less than perfect".

Nel benchmark SunSpider fa faville, completato in soli 641.2ms +/- 5.4%, è stato il più veloce in assoluto, nella classifica si guadagna la prima posizione!

2 commenti:

Anonimo ha detto...

Interessante! Ma perché non metti una bella tabella comparativa che è molto più chiara!?
Safari secondo me non andrebbe manco provato su Windows, l'han portato per sport. Inoltre anche la scelta di testarli su un OS a 64 bit in modalità compatibilità con 32 non mi sembra buona.
Per il fatto dell'Acid3, dovresti mostrare anche test precedenti, ricorda che utilizza standard ancora non definitivi!
Se ti va, perché non espandi l'articolo guardando al futuro testando sulle beta o alpha più recenti disponibili? Sarebbe interessante e darebbe risultati maggiormente indicativi per quanto riguarda gli standard che di fatto ancora devono venire. In particolare IE9 dovrebbe dare risultati inattesi, almeno a dire di MS.

Ale

Andreabont ha detto...

Testarli su 64 bit è stato un obbligo, ho solo quello XD

La tabella non l'ho fatta per questioni di tempo, ma voglio fare dei grafici per i prossimi articoli (quando usciranno nuove versioni) e appunto per le nuove versioni, lavorare sulle alpha o sulle beta è un macello, massimo RC.

Sono comunque alla ricerca di nuovi test, più si mette alla prova meglio è :-)